Che cos’è il decoder Tim Vision

Ti è mai capitato di ordinare una pizza a domicilio e, al momento della consegna, ti viene recapitato un prodotto in più che non hai mai richiesto e che sei costretto ingiustamente a pagare? Bene, è praticamente quello che è incredibilmente successo, in forma metaforica, a molti clienti Tim in seguito alla loro adesione ad un’offerta telefono e internet con lo stesso gestore telefonico. 

decoder tim visionIn pratica, quando queste persone sottoscrivevano un nuovo contratto telefonico con la Tim per la fornitura di servizi telefonici e dati, non avrebbero mai immaginato che di lì a poco, la Tim stessa, gli avrebbe recapitato un decoder tim vision che, non solo non avevano mai richiesto, ma che per il cui comodato d’uso richiede un costo che viene direttamente riportato in fattura al momento del pagamento mensile.
In altre parole, questa situazione si presentava inizialmente come “offerta”, ma ben presto si trasformava in presa in giro.

Tuttavia sicuramente non è la fine del mondo, non oggi almeno, poiché sappi che la soluzione a questo problema esiste ed io sono qui apposta per rivelartela.
Pertanto, senza ulteriori giri di parole, andiamo subito a vedere nel dettaglio tutto ciò che puoi fare per disinnescare questa minaccia tempestivamente, o, se è già successo, come fare per risolvere questa scomoda situazione.

Di seguito troverai la segnalazione di un consumatore che, in preda alla rabbia per quanto accaduto, ha deciso di rivolgersi a noi per risolvere il problema:

Buon giorno, Ho ricevuto in data 15 Febbraio un decoder TimVision assolutamente non richiesto
Purtroppo la portinaia ha ritirato il pacco senza il mio consenso. 
Ho contattato il 187 il quale mi ha spiegato che il decoder, anche se non richiesto, viene inviato in default a tutti i clienti che hanno la fibra ottica. 
Mi ha inoltre spiegato che il servizio è gratuito ma si paga il noleggio del decoder. 
Ho ribadito il fatto che in nessun modo io l’ho richiesto e non intendevo accettare quest’addebito. Mi è stato consigliato quindi di rispedirlo indietro tramite raccomandata al costo di circa 9 euro. 
Trovo quanto accaduto assurdo! 
Dovrei, non solo prendere un permesso dal lavoro per recarmi in posta, ma per di più pagare 9 euro per spedire un qualcosa indietro che non ho mai richiesto. 
Vi ringrazio anticipatamente per un vostro gentile riscontro affinché mi possiate aiutare in questa situazione parossistica. 

Decoder Tim vision mai richiesto? Niente paura, ecco come fare

Allora, partiamo con ordine. Se non ti è mai capitata una cosa del genere e stai leggendo queste righe, puoi cogliere al volo l’occasione per saperne di più e magari saprai come comportarti se, malauguratamente, dovesse succedere anche a te. In tal caso infatti, se sottoscrivi un nuovo contratto con la Tim e ti viene consegnato un decoder Tim vision da te mai richiesto, ricordati che puoi sempre rifiutare il pacco, rispedendolo al mittente. Così facendo eviterai di pagare per una cosa che non hai mai richiesto.

Viceversa, se ormai la frittata è fatta, giustamente non è colpa tua, ma puoi fare in questo modo: recati ad un ufficio postale più vicino a te per rispedire indietro questo pacco tramite raccomandata. I costi di spedizione inizialmente dovrai sostenerli tu, ma non appena la Tim riceverà il decoder, rimborserà ciò che hai dovuto ingiustamente pagare.

Tuttavia, nella peggiore delle ipotesi, c’è anche la possibilità che la Tim continui ad addebitarti ingiustamente i costi del decoder in fattura. In tal caso, puoi rivolgerti alla nostra Associazione di consumatori Disserviziotelefonico.it


Visita il nostro sito Disserviziotelefonico.it e, se ti va, le nostre pagine Facebook, dove troverai tante altre info e curiosità, lasciando un “mi piace” per supportare la nostra attività.