fbpx

Modem Poste Mobile: come restituirlo senza pagare penali

Condividi
modem Poste Mobile

Quando intendi recedere dal contratto con Poste Mobile, sappi che devi porre in essere alcune formalità. Infatti, se si decide di effettuare una disdetta Poste Mobile, bisogna provvedere anche alla restituzione del modem Poste Mobile e di tutte le apparecchiature fornite in comodato d’uso.

Non si tratta di un capriccio della compagnia telefonica, ma di un obbligo disposto dalla legge. Il cliente è tenuto ad effettuare la restituzione del modem correttamente, per evitare ulteriori addebiti o sanzioni penali.

Per cui, se non sai come fare, quali sono i costi, a chi rivolgerti e come agire in caso di fatture immotivate: ti consigliamo questo breve articolo! Ti verranno forniti tutti gli strumenti per eseguire una restituzione del modem Poste Mobile in maniera semplice, facile e sicura.

Leggi i seguenti articoli:

  • Disdetta Poste Mobile: come recedere e cambiare operatore
  • Mancata portabilità Poste Mobile: Come essere risarciti?
  • Problemi di connessione Poste Mobile: Ottieni il Rimborso!
  • Codice migrazione Poste Mobile: cos’è e dove si trova?

Quando restituire il modem Poste Mobile?

In via preliminare, Disservizio Telefonico precisa ai suoi lettori che generalmente quando si stipula un contratto con una compagnia telefonica, il modem può essere acquistato anche in autonomia. Infatti, non esiste un obbligo in base al quale si deve usare necessariamente il modem Poste Mobile. Non a caso, anche una delibera dell’AGCOM si è pronunciata al riguardo, precisando che il cliente è totalmente libero di accettare o meno i dispositivi in comodato d’uso.

In più, le Condizioni Generali del contratto dispongono, che il cliente ha 30 giorni di tempo per la riconsegna del modem Poste Mobile. Quindi, si prevede un arco di tempo entro il quale il consumatore è tenuto ad adempiere e provvedere.

Trascorsi infruttuosamente questi giorni, la mancata consegna del modem Poste Mobile comporta l’addebito di sanzioni penali a carico del consumatore inadempiente. In sostanza queste sanzioni, non sono altro che delle rate, che il cliente paga, per non aver restituito il dispositivo in comodato d’uso.

Come restituire il modem?

La compagnia Poste Mobile richiede ai clienti non solo di restituire il modem Poste Mobile, ma anche di farlo nel modo corretto. In particolare, il modem non deve essere rotto o rovinato e deve essere impacchettato “preferibilmente” nella sua scatola originale.

Inoltre, la compagnia provvede a concordare con il cliente la modalità migliore per procedere al ritiro del modem Poste Mobile.

In questo modo, l’utente ha una doppia alternativa. Innanzitutto, può stabilire con Poste Mobile il giorno e l’ora del ritiro presso il proprio domicilio. In secondo luogo, potrebbe lui stesso riconsegnare personalmente il modem Poste Mobile ad uno dei punti di raccolta. È sempre consentito spedire il modem a proprie spese, come fosse un pacco, direttamente al centro operativo della compagnia.

Cosa fare se Poste Mobile continua ad addebitare le rate residue del modem?

Nel caso in cui l’operatore dovesse addebitare in fattura costi non dovuti come le rate residue del modem Poste Mobile o di qualsiasi altro apparato regolarmente restituito, si dovrà procedere alla contestazione della fattura stessa. Noi di Disservizio Telefonico possiamo aiutarti Gratuitamente nell’avviare la procedura di contestazione, storno e rimborso dei costi non dovuti in bolletta.

Richiedere la nostra assistenza online è semplicissimo! Basta inviare la propria richiesta tramite il nostro modulo di contatto online. Dopodiché, si verrà ricontattati da un operatore per il prosieguo.

Summary
Modem Poste Mobile: come restituirlo senza pagare penali
Article Name
Modem Poste Mobile: come restituirlo senza pagare penali
Description
Scopri i tempi, i costi e le modalità di restituzione per il modem Poste Mobile. Richiedi la nostra assistenza gratuita in caso di sanzioni illegittime!
Author
Publisher Name
disserviziotelefonico.it
Publisher Logo

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo di Disservizio Telefonico è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO

Lascia un commento

Clienti Soddisfatti

Network

DisservizioTelefonico


RimborsoSicuro


SosViaggiatore

Sedi Disservizio Telefonico

Apri chat
1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
hai bisogno di assistenza?